home

                    polvere di natale      gif di natale     regalini di natale per voi   adottini&scoccini di natale

 poesie di natale      un natale bambino

                                                                                          

                                 

                                                                                              

 

caso mai venisse qualcuno...

pensieri bislacchi di njara per njara e per chi ha bisogno di sentirsi dire queste parole.

se ne stava li in piedi assorta nei suoi pensieri mentre la tazzina di caffè era stretta fra le sue mani..

mani di bimba mani che avevano lavorato una vita senza mai chiedere nulla in cambio se non un cenno di approvazione da parte di chi le era accanto...

sonia cosi si chiamava quella ragazzina che a detta di tutti tanto ragazzina più non era...aveva una veneranda età se cosi si può dire..una di quelle età che quando tu le guardi da ragazza ti sembra un'età da troglodita...da vecchia insomma..ed ora ora che lei era arrivata a quell'età tanto troglodita non si sentiva anzi...

però c'era una cosa che l'atterriva...aver voltato la boa...essere arrivata a quell'età dove non vedi chissà quanti anni davanti a te...il meglio era passato.

il meglio?? si chiese sonia in un sospiro che sembrava un respiro prolungato se non fosse stato per quello stizzo di tosse che si portava dietro da anni ed anni...

sonia si guardò le mani mentre posava la tazza ormai vuota di caffè sul ripiano di un tavolo ingombro di mille cianfrusaglie...

buoni però perchè quelle cianfrusaglie a sonia servivano tutte...e per tutte intendo tutte..anche quella minuscola macchiolina di caffè sulla tovaglia di plastica a sonia serviva..le serviva per ricordarsi chi lei

fosse..per non dimenticarsi mai di chi lei fosse.

in un impeto quasi burocratico sonia si mise a rassettare..cazzo almeno una parvenza d'ordine sonia la devi dare..caso mai venisse qualcuno..

a quella frase sonia si mise a ridere ricordando quante volte avesse ascoltato brignano monologare su quel discorso del rassettare..di mettere in ordine caso mai venisse qualcuno..

posò tutto..anche le mani posò sonia tanto lo sconcerto la prese.

per chi puliva?? per chi metteva in ordine???

suo marito se ne era andato da un pezzo perchè lei non reggeva più quel gioco di picchiarla di impaurirla di violentarla..i suoi figli anche..e lei era rimasta sola in casa ma in realtà sola non era..con lei vivevano dei gatti..4 per l'appunto..uno le si strusciò sulle caviglie..un altro saltò sul tavolo in mezzo a tutte quelle cianfrusaglie..calpestò il tasto del telecomando e lei si arrabbiò tantissimo iniziando ad inveire contro quel gattone che quasi la chiamava mamma tanto era affezionato a lei...

si ricompose sonia ma fu solo un attimo un momento di vita in cui qualche lacrima iniziò ad accarezzare le sue palpebre..

si pentì di aver urlato contro il gatto mentre un altro quasi la fece cadere insinuandosi fra i suoi piedi..

non resse più sonia ed iniziò a singhiozzare forte ma cosi forte che sembrò che il respiro si frantumasse in mille spicchi di dolore represso.

si appoggiò al tavolo e con una mano scosse quelle cianfrusaglie facendole finire tutte a terra..

ecco ora il tavolo è in ordine..non c'è rimasto più niente se non il computer..

guardò i telefonini che con un singhiozzo erano caduti in malo modo..e sonia preoccupata li raccolse..lei viveva con quei telefonini che da un po' di tempo avevano smesso di suonare e di recitare

una canzone che a lei piaceva tanto...il tintinnare sordo di monete che cadevano dentro il suo calderone..un calderone ormai praticamente vuoto e spento...un calderone che odorava soltanto

di profumi lontani e di ricordi da mettere da parte.

quanto teneva sonia al denaro??

per niente...ma le serviva per campare...per vivere decentemente una vita che in fondo si era anche stancata di vivere ma la morte non la voleva come compagna di strada e nemmeno il pensiero di essa

sonia voleva accanto a se...

si mise a pensare a cosa ne fosse stato della sua vita dei suoi sogni di ragazza delle sue immaginazioni di sempre..

era tutto caduto nel dimenticatoio di una vita spesa a dire mille grazie mille permesso mille parole di scusa...

scusa se...

è permesso??

posso???

grazie...

ma a lei quante parole di scusa erano state offerte??

quanti permessi le erano stati chiesti??

quanti posso???

e quanti grazie le erano stati detti???

oh si di parole di ringraziamento ne aveva sentite ma erano quei grazie che dentro non ti lasciano nulla se non parole spente su un vocabolario che lei aveva tentato di buttare via da tempo.

sonia si mise seduta davanti al computer e le venne la tentazione forte di distruggere quella macchina che in fondo le serviva per entrare in contatto con il mondo intero...

lei che dal mondo si era tenuta lontano per un periodo di vita che contava un'età di 30 anni...30 anni che l'avevano vista contare le mattonelle di un pavimento ormai troppo sporco per potersi specchiare

dentro...voltò lentamente la testa sonia...guardò i vetri e le venne voglia di sputarci contro tanto erano vetri che avevano permesso a sonia di guardare il mondo da dentro casa..

odiò quella casa odiò quelle mattonelle odiò quei ricordi odiò quel dolore che l'atterriva ogni momento che spuntava dal suo cuore per parlarle per dirle qualche cosa che sonia conosceva molto bene e che

non voleva più ne rivivere ne ascoltare..

guardò i fornelli e pensò al mangiare..cosa avrebbe fatto per pranzo??

un urlo..un urlo...

ma non era nessuno...era solo un urlo che voleva uscire forse ma sonia non urlò...si alzò stanca dalla sedia..andò in bagno..poi tornò indietro...guardò il letto sfatto..la polvere sui comodini...guardò tutto sonia stanza per stanza ma non proferì pensiero alcuno e tornando in cucina prese a singhiozzare per essere stata giudicata per una vita per quel granello di polvere che contava sempre più di lei..per quel pezzo di carta che la guardava sornione da terra e la respirava cercando di farla sorridere di farle guardare la vita la sua persona in modo diverso ma quel pezzetto di carta non ci riuscì ma ci riuscì lo squillo di un telefono ormai spento da un po'..

sonia si raddrizzò si ricompose e mentre un gatto osservava la scena da lontano sonia si sorprese a spegnere il telefono a guardare il suo gatto che sembrava farle l'occhiolino..

hai ragione..hai perfettamente ragione bimba..e mentre la gatta sorniona si leccava il pelo sonia si accarezzò il volto pieno di lacrime prese la giacca sbivaccata sopra una sedia ed infilandosela pensò che chiedere scusa per il disordine poteva ancora dirlo tanto per proforma...e non certo per dovere o perchè si sentiva sporca e non all'altezza...

e mentre la porta si chiudeva alle sue spalle sentì un miagolio di approvazione..

certo che la sua gatta bimba era forte...

peccato che spesso la gente noti più un granello di polvere che il sorriso di un gatto che allegramente non chiede mai scusa per il disordine che crea con la propria vita...ma ti manda con un sorriso a fanculo se solo osi sgridarlo...se solo osi intralciare il suo essere...gatto.

 

 

...njara

 

 

                                                                                                                         

 

                     

 

anche quest'anno njara partecipa al girotondo di natale

 

 

questi sono i siti che hanno aderito...visitateli tutti ne vale le pena..

 

Angela http://www.angelapercaso.net/natale/index.htm


Antonella http://www.ilcantucciodelledonne.com/AvvioNatale.htm


Lucia http://www.tiraccontounastoriablog.com/natale/girotondo-di-natale/


Marcella http://inachisme61.altervista.org/Natale/iniziative.html


DanyGraphic http://danygraphic.altervista.org/Natale/by_DanyGraphic.html


  Rosy http://natalenelcuore.altervista.org/natale/girotondonatalizio.html


Soleyada http://www.soleyada.it/natale/natale.html


Daniela http://www.nostalgiaetenerezza.it/natale/index.html


Diana http://paginesparse.altervista.org/natale/Natale_2017/Home_2017.html


Anna Maria http://annamariagraphic.altervista.org/home/Home.htm


Angela M. http://www.vanottaci.altervista.org/bimbo/natale 17/prima pagina/inizio.html


Antony http://www.tony52f.altervista.org/


Sefyn http://tesorinomio00.altervista.org/natale.htm


Marino http://whitechristmas1.altervista.org/


Cleo http://mondographico.altervista.org/Natale/natale.htm

 

Angela C. http://www.angelapercaso.net/natale/index.html

 

Elena http://langolodeisogni.altervista.org/natale/2017/natale.htm

 

 

 

                                                                                                  Testi e Immagini contenuti nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. 

E' severamente vietato l'uso e la riproduzione di 

qualsiasi parte ed oggetto del sito.
...alcune immagini o gif di questo sito sono state prelevate dal web..se i legittimi proprietari non 

desiderano che io metta le loro 

immagini o le loro gif mi scriva che io provvederò a toglierle..grazie per ciò che create..

per me sono fonte di gioia..mi auguro però di non 

farvi un torto prelevandole per inserirle accanto alle mie parole.


testi : njara

grafica:njara

 

 

 

Quanto pubblicato è proprietà dell'autore e tutelato dagli articoli 2575, 2576 del Codice Civile e dalle Leggi vigenti che disciplinano la materia.
L'autore di un eventuale plagio o di uso non autorizzato del materiale risponderà personalmente del suo operato all'autorità giudiziaria. 
Essi per tanto sono protetti dalla Legge n. 633/1941 sul diritto d'autore.