home    UN NATALE TUTTO MIO..  gif di natale     shhh..è natale!!      

 poesie di natale

                

ci ho pensato tanto..ci ho pensato a lungo prima di aprire questa pagina..una pagina dedicata ai grandi più che ai bambini..in fondo i bambini sono i protagonisti indiscussi dietro cui spesso una persona adulta si maschera per poter festeggiare il natale come e meglio lo vorrebbe festeggiare..

si pensa ai giocattoli quando si pensa ad un bambino..mentre all'adulto si pensa più a qualcosa di utile..come se "noi  grandi" bambini non lo possiamo essere più..

siamo grandi..abbiamo responsabilità..siamo concreti..siamo siamo siamo..

ma bambini siamo nati anche noi..perchè allora non ricordarcelo??

perchè non regalarci quel giocattolo o quella favola che ci piaceva tanto quando eravamo piccoli e che magari nessuno ci ha raccontato..o nessuno quel giocattolo ci ha comperato..

ecco la luce..una piccola luce che rischiari il buio in cui cade spesso un adulto...un adulto come me..come te..come tanti tanti di noi che bambini hanno ancora timore di essere..

 

 

...njara

 

                                                                            

 

C'era una volta...

 

scritta pensata sognata da njara

 

 

 

…c’era una volta un alberone grande grande..un alberone provvisto di doni sotto i suoi piedi un po’ malconci dal lungo inverno appena trascorso..lo so lo so che natale cade in inverno ma quell’alberone erano tanti inverni che se ne stava all’addiaccio e l’ultimo gli aveva procurato dei dolori alle radici enormi enormi..proprio come era enorme lui..non si lamentava però..era abituato ai dolori invernali e ai suoi rigori..ma quell’anno era diverso..lui era diverso..e non si capacitava di questa sua diversità che lo rendeva ricco e bello come mai era stato..
tutto era accaduto qualche giorno prima..lui silente e malinconico si apprestava ad attraversare un altro lungo inverno con neve tormente e ghiaccio a non finire..era vecchio l’alberone..vecchio e stanco..aveva visto molti giovani suoi amici andarsene nelle case degli uomini..e non si era mai rammaricato che nessuno lo avesse voluto..lui ci teneva alla sua pelle e anche se sentiva spesso freddo voleva rimanersene li nella foresta buono buono..senza che nessuno lo toccasse mai..ma gli anni erano trascorsi anche per lui che si era ritrovato dopo anni anni e ancora anni con la corteccia un po’ sbucciata e freddo nelle radici..
ah..se quest’anno qualche uomo mi tagliasse per portarmi nella sua casa ne sarei proprio felice..ma chissà..penso proprio che nessuno si curerà di me..sono troppo vecchio anche per gli uomini..figurarsi se mi prendono..e poi sono troppo alto..infatti non mi hanno mai voluto e ho sempre ringraziato questa mia altezza..ma adesso..bhè adesso che sono vecchio e soffro tanto il freddo vorrei davvero che qualche anima gentile mi portasse a casa con se..
detto fatto..un piccolo gnomo che passava di li e che aveva sentito tutto gli fece grattini sulle radici..e l’albero cominciò a ridere..ehi tu..ma sei matto??! Disse lo gnomo un po’ arrabbiato..preghi il cielo che qualcuno ti tagli??? Ma dico io..siamo diventati pazzi per caso alberane???
L’alberone guardò giù e vide un omino piccolo piccolo..ma cosi piccolo che gli riusciva difficile distinguerlo fra i fiori e le foglie che c’erano sul terreno…
No..non sono pazzo..è che sono vecchio…stanco..e ho freddo..e non credo proprio che se rimango qui riuscirò a passare un altro inverno indenne..
..bhè si..ti capisco..ma farti tagliare a metà non è come morire?? E le tue radici?? E il pezzetto di tronco che rimane…cosa ce ne facciamo poi noi della foresta madrigal???!?
E cosa sarebbe la foresta madrigal?? Chiese l’alberone un po’ stupito..
Ma questa no..ma dove vivi tu se dopo cent’anni che stai qui non sai nemmeno il nome del posto??
L’alberone rimase in silenzio..era vero..lui non sapeva che la foresta dove viveva si chiamasse cosi..ne era rimasto fuori molto a lungo e praticamente non conosceva nessuno in quella foresta dal nome cosi magico..
Si certo parlava un po’ con tutti..li chiamava amici..ma…si intristì l’alberone e le fronde gli caddero sul viso a mo’ di farfalla senza ali..
Dai su non te la prendere alberane…fra poco sarà natale..la foresta si imbiancherà e tu sarai felice con noi come non mai..provvederemo noi folletti a scaldarti le radici..non preoccuparti..ora ci siamo noi..siamo amici…
A quella parola l’alberone piegò uno dei suoi rami..prese lo gnometto e lo tirò su su fino in cima…
Ehi che ti prende..mettimi giù..io soffro di vertigini..mamma che paura quassù…ohh come è piccolo il mondo laggiù..guarda guarda diceva il folletto che si era dimenticato la sua sofferenza al vuoto..guarda quelle foglie come son piccine..e i fiori..guarda amico mio come son piccolini..certo che tu cosi alto il mondo lo vedi differentemente eh..
Bhè come te che sei piccolino…praticamente ognuno con il suo sguardo rispose l’alberone un po’ contrito..
Perché sei cosi triste?? Chiese lo gnometto seduto su di un ramo.
Sono triste perché voglio andarmene..sono triste perché non ho conosciuto praticamente nulla di questa foresta..sono triste..insomma ho i miei buoni motivi per essere triste..non ti sembra??
E tu invece..perché sei cosi allegro..cos’hai da essere felice??
Ho tutto ciò che voglio rispose lo gnometto incapace di rendersi conto del brusco cambiamento d’umore del suo nuovo amico…ho le bacche per sfamarmi..germogli di radici fresche da mettere via per l’inverno..ho una casetta che se tu fossi un po’ più piccolo ti inviterei a visitarla tanto è carina.. e poi vivo con tanti amici e compagni..insieme tutti insieme nel villaggio di madrigal..
Ah..c’è pure un villaggio con questo nome?? E dove sta??
Sotto le tue radici..sono secoli che viviamo li..
See secoli..ma quanto vivete voi gnomi??
Infinitamente mio caro alberone ..infinitamente..
Vuoi dire che non morite mai??
E perché dovremmo morire..noi siamo magici..e la magia non muore mai..non può morire..altrimenti che magia sarebbe??
Ahahah ma dai..non farmi ridere gnometto..la magia..ma non esiste la magia..sono favole che il vento racconta a noi alberi quando passa di qui..anche l’ultima volta ne ha parlato se ricordo bene..diceva che questo anno che verrà sarà magico…ma non ha detto per chi o per cosa..ha detto solo che sarà magico…ma io non ci credo..non ho mai creduto a messer vento..ne racconta di fole lui..
..mmmm…mi sa che che qui se c’è qualcuno che racconta le fole sei proprio tu amico mio..e le racconti quando dici che la magia non esiste..che il vento racconta stupidate..ah quanto hai perso di vita mio caro alberone…ne hai persa tanta sai tutto preso a guardare il mondo dall’alto e a difenderti dagli uomini che venivano qui a disboscare le nostre case..ma che ne sanno loro di noi…loro non sanno niente..più niente..e pensare che una volta eravamo amici noi e gli uomini.
Ma che stai dicendo..noi amici degli uomini?? E quando mai??
Tu sei troppo giovane per ricordartelo…ma io me lo ricordo molto bene..mi ricordo le chiacchierate che facevo con l’uomo..gli scherzi..le risa.. e quanto ci aiutavamo a vicenda quando uno di noi ne aveva bisogno..ora..ora è tutto cambiato..ma sono secoli che tutto è cambiato..da quando l’uomo si è scoperto uomo e ha visto noi come delle strane creature da calpestare soltanto..che peccato alberone mio..che peccato.
Ma stai dicendo la verità?? Chiese l’alberone un po’ sorpreso nel sentire che il suo cuore di corteccia credeva a tutto ciò..
Non ho mai mentito io..ricordatelo..rispose lo gnometto un po’ inviperito..
Ci credo ci credo..non ti arrabbiare..chiedevo solo cosi..a titolo informativo.
Seee ma a chi la racconti alberone..tu non chiedevi cosi..tu non chiedevi cosi..e con un balzello saltò da un ramo all’altro sino a che non toccò terra..
Allora mio caro alberone se hai deciso di stare qui dimmelo subito..o altrimenti dimmi che vuoi andare a casa dell’uomo ed io ti aiuterò a non morire..
Vuoi dire che..
Si voglio proprio dire che ti lascio libero di decidere..e voglio anche dire che qualunque decisione tu prenderai io rimarrò tuo amico..e quindi ti aiuterò..
L’albero si mosse suo malgrado..non c’era vento..non c’era acqua non c’era niente..ma c’era lui..lui con il suo cuore di corteccia che provava un che di nuovo lungo i suoi rami che improvvisamente anche se il cielo era terso cominciarono a gocciolare pian piano..
Ehi che fai piangi?? Ma dai..un albero grande e grosso come te che si mette a frignare..disse lo gnometto cercando di ripararsi fra un fiore e l’altro..
No non piango..è che mi si sono incastrate le radici e..
Va bhè va bhè..ma dimmi..che vuoi fare allora??
L’alberone ci pensò un secondo soltanto..
Rimango qui..con te..con voi..
Evvivaaaaa…amici venite fuori..l’alberone rimane ancora con noi..evvivaaaaa..
A quel richiamo un nugolo di gnometti uscirono da sotto le radici dell’alberone..tutti quanti iniziarono a saltellare a ridere e a scherzare…poi tutti insieme si presero per mano e circondarono l’albero di doni e di affetto..c’è chi ha portato frutta secca..chi invece matitone colorate..poi c’è chi ha portato un salvadanaio del cuore..alcuni hanno portato un sorriso..altri un abbraccio..alcuni invece hanno indossato dei maglioncini fatti a mano e uno lo hanno depositato proprio ai piedi dell’alberone che felice e contento ancora si bea di tutti quegli sguardi amici e di tutti quei doni che ha sotto il suo tronco alto alto..ed ora cosa succede penserete voi..qual è la fine di questa storia un po’ natalizia e un po’ veritiera nel suo dire??
Ma come solo un po’ veritiera dice adesso l’alberone adombrandosi un po’..ehi njara di la verità..di che tu credi nella magia..di che tu credi in un sorriso amico..e qui sotto ce ne sono tanti amica mia..ecco prendine uno..poi scegliti il pacco che più ti piace..e ricorda njara è magico..e contiene un dono tutto speciale..cosi come ci sono doni speciali per tutti gli amici che passeranno di qui e che crederanno che un alberone parli e chiacchieri..che miliardi di gnometti sono suoi amici e che..bhè è inutile continuare non credi njara?? Chi non crede alla magia non capirà mai nulla di ciò che diciamo ed è anche inutile che prenda un regalo..non gli servirà a nulla portarselo a casa con se..invece per tutti gli altri..bhè shhh meglio non anticipare i tempi…meglio non dire più nulla ma augurare invece a tutti quelli che credono ancora che la magia di un cuore pulito esiste..un magnifico natale..pieno zeppo di….
M A G I A!!!!


Ciao alberone…
Ciao njara
Ciao gnometto
Ciao nj

E ciao a tutti gli gnometti che stamane mi hanno tenuto compagnia..mentre scrivevo questa stupenda..realtà!!!!

Ciaoooooo njjjjjjjjjjjjjjj!!!!

Ehi voi..non dimenticate di prendere i regali!! Ci sono per tutti..naturalmente come ha detto il mio amico alberone..per tutti quelli che credono ancora nella magia!!!

 

 

...njara

 

 

                                                                     

 

 

 

                                                                        

    AUGURI AI PICCOLINI COME ME

 

 

 

Testi e Immagini contenuti nel sito sono di proprietà esclusiva dell'autore. 

E' severamente vietato l'uso e la riproduzione di 

qualsiasi parte ed oggetto del sito.
...alcune immagini o gif di questo sito sono state prelevate dal web..se i legittimi proprietari non 

desiderano che io metta le loro 

immagini o le loro gif mi scriva che io provvederò a toglierle..grazie per ciò che create..

per me sono fonte di gioia..mi auguro però di non 

farvi un torto prelevandole per inserirle accanto alle mie parole.

 

testi : njara

grafica:njara

 

Quanto pubblicato è proprietà dell'autore e tutelato dagli articoli 2575, 2576 del Codice Civile e dalle Leggi vigenti che disciplinano la materia.
L'autore di un eventuale plagio o di uso non autorizzato del materiale risponderà personalmente del suo operato all'autorità giudiziaria.